fbpx

Frutto del drago come si mangia, preparazione e proprietà

Il frutto dalla buccia rosa brillante con una superficie squamosa, dal carattere esotico e dal sapore singolare, è il cosiddetto Frutto del Drago. Appartenente alla famiglia dei cactus, prende questa denominazione dal modo in cui il frutto viene chiamato in tutto il sud-est asiatico. Questo particolare frutto presenta una parte esterna squamosa, la quale racchiude al suo  interno una polpa carnosa dal colore bianco o rosso che è ricca di semi neri. Questi si presentano dolci al palato ed estremamente rinfrescanti.

Le sue proprietà benefiche sono moltissime. Si tratta infatti di un frutto che secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Leeds, aiuterebbe a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari (CVD) e coronariche (CHD). Questo in quanto contiene un numero elevato di fibre alimentari, antiossidanti e vitamine, come anche nel caso dell’Albedo Limone. Questo frutto inoltre non è solo ottimo per il cuore, ma anche per migliorare la pressione sanguigna e mantenere un peso equilibrato. Ma il Frutto del drago come si mangia?

Come si mangia il frutto del drago

Il frutto del drago è molto rinfrescante e solitamente viene mangiato durante la stagione estiva, all’interno di una macedonia o anche da solo. Il modo migliore infatti per gustare il frutto del drago è mangiarlo così com’è. Basta rimuovere semplicemente con un coltello la buccia, ed affettare la polpa interna a nostro piacimento. Oppure possiamo anche decidere di utilizzare un cucchiaio e scavare la polpa direttamente, senza rimuovere la buccia esterna

Possiamo mangiarlo così, oppure fare delle aggiunte. Allo stesso modo di Come si mangia il cedro, è possibile addolcire il frutto con del miele, aggiungerlo a delle preparazioni oppure ad una coppa di yogurt bianco. Può essere mangiato in ogni momento della giornata, a nostro piacimento. Molti lo gradiscono dopo un pasto, oppure a merenda. È un frutto leggero, che allo stesso tempo rappresenta per il proprio organismo un ottimo apporto energetico.

Conosciuto come pitaya in hindi, questo frutto è sicuramente un eccezionale concentrato di nutrizione. Le sue proprietà benefiche sono moltissime. Inoltre, è povero di calorie, non presenta colesterolo ed è ricco di antiossidanti

Come pulire la pitaya

Il frutto esotico del drago, chiamato pitaya, oltra a presentare proprietà benefiche per il nostro organismo rappresenta anche un rimedio naturale incredibile per la nostra pelle. Infatti questo frutto è ricco, come si diceva, di antiossidanti ma non solo, anche di vitamine. Antiche pratiche di bellezza asiatiche, si basavano sull’impiego del frutto del drago come polpa rigenerante per la pelle. Infatti proprio per il suo apporto vitaminico questo frutto, riesce a rallentare il processo di invecchiamento della pelle. Inoltre la polpa, sempre in ambito cosmetico, viene utilizzata nel trattamento dell’acne e delle scottature

La pitaya, in questo caso, può essere frullata dove aver rimosso la buccia, per creare un impasto omogeneo e morbido da applicare sulla pelle. Se però vogliamo mangiarla, basta semplicemente con un coltello rimuovere delicatamente la buccia squamosa e procedere affettando la polpa. Possiamo disporla successivamente su un piatto, accostandola anche ad altra frutta. Oppure se il frutto è inoltre maturo al punto giusto, quindi bello morbido, possiamo dividerlo in due e con un cucchiaio gustare la polpa interna. Trattandosi di un frutto rinfrescante, spesso viene assunto dopo un pasto, anche per “pulire” la bocca da sapori forti.

Spesso questo frutto viene servito all’interno di un’insalata ricca di colori comprendente lattuga, dragon fruit, pomodoro e arance. Anche il mandarino può essere un valido sostituto dell’arancia. Ma quante calorie ha un mandarino? Davvero poche, ed è proprio questo che contribuisce ad ottenere un’insalata fresca, saporita e a basso contenuto calorico

Dove comprare la pitaya

La pitaya non si trova facilmente al supermercato oppure in frutteria. Questo in quanto si tratta di un frutto tropicale particolare, che non viene in realtà largamente richiesto, pur presentando un gusto unico e moltissime proprietà benefiche. Proprio per la difficoltà a trovare questo frutto sul mercato, è consigliabile effettuare un acquisto online. Dobbiamo in questi casi appurarci che il sito sia affidabile leggendo più recensioni possibili. Oppure contattando il servizio di vendita tramite un numero verde, per chat o mail. Quando scegliamo il frutto del drago, dobbiamo trovare esemplari carnosi con la pelle molto liscia. La buccia inoltre non deve essere mai raggrinzita e le squame secche indicano subito un frutto non buono da mangiare. Il suo colore deve essere molto intenso, questo è il segnale che si tratta di un frutto maturo al punto giusto, pronto per essere mangiato. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

18 + 9 =

Menu
0
    0
    Il Tuo Carrello
    Carrello vuotoRitorna al negozio